GUIDA AL COMPUTER – LEZIONE 173 DI ∞

Windows 10 –

Il Desktop

Bentornato Goodlier, bentornata.

Ora si comincia. Iniziamo ad utilizzare Windows 10, partendo da cosa vediamo all’avvio.

Cosa vedo?

desktop windows 10

Appena avviato il sistema operativo potrai vedere la schermata principale del desktop con una bellissima immagine di una finestra, il marchio Microsoft, con raggi luminosi diffusi.

In alto a sinistra trovi l’icona del cestino che potrai spostare e personalizzare a tuo piacere.

La systray, sempre in basso a destra, con varie icone come alcune applicazioni, connessioni di rete, centro operativo, notifiche, volume, data ed ora.

In basso la barra delle applicazioni, personalizzabile, con delle ricorrenze e novità.

Già conosciute sono le icone per il browser, chiamato Edge, Esplora file e il collegamento allo store della Microsoft.

Il desktop è simile ai precedenti sistemi operativi e quindi se non lo hai fatto, puoi consultare le lezioni dalla 59 alla 65 e rispettivi videotutorial per Windows 7. Per Windows 8.1 puoi visionare la lezione 144 ed il suo videotutorial.

Le differenze coi precedenti

Il ritorno del tasto “Start” in basso a sinistra è una nota importante.

menù start

Il menù presente nel tasto “Start” contiene link alle applicazioni (APP), impostazioni, utente e alimentazione del sistema. Contiene un’area personalizzabile che richiama le piastrelle conosciute in Windows 8.

Accanto al tasto “Start” alcune icone che riconosci di applicazioni e qualcosa di nuovo.

Una lunga barra di ricerca la fa da padrona che è collegata alla novità dell’assistente vocale chiamata “Cortana”.

menù barra applicazioni

La casella di ricerca ti consente di ottenere risultati da APP, impostazioni, store, file o dal web. L’interazione potrà anche essere vocale proprio grazie all’assistente virtuale “Cortana”.

Accanto il pulsante per avviare “Visualizzazione attività”.

visualizzazione attività

Se ad esempio hai aperto diverse applicazioni, cliccando su questo pulsante, tutte le finestre delle applicazioni si ridurranno in dimensioni e si affiancheranno.

visualizzazione attività

Potrai così passare dall’una all’altra con semplicità. Cliccando di nuovo sul pulsante annullerai la visualizzazione ridotta per tutte le finestre.

Con la “Visualizzazione attività” inserita noterai in basso a destra un pulsante con simbolo “+” chiamato “Nuovo desktop”.

desktop virtuali

Sono i desktop virtuali di Windows 10.

Per migliorare la gestione delle finestre, puoi creare dei desktop alternativi nei quali poterle spostare, suddividendole magari per categoria e passare da l’una all’altra con semplicità.

Una volta creati i desktop potrai anche eliminarli, cliccando sulla classica “X” in alto a destra e tutte le finestre torneranno in un’unica visualizzazione totale, senza perdere nulla del lavoro svolto fino a quel momento.

Con la visualizzazione multitasking con diverse finestre attive, puoi trasformare il desktop in una visualizzazione a finestre scorrevoli come accadeva in Windows 8.1.

Trascina una finestra verso un lato e lo schermo si dividerà in due.

La finestra trascinata occuperà metà schermo, mentre le altre si spartiranno l’altra metà.

multitasking

Potrai gestire la loro dimensione a tuo piacere, riducendo anche quella che occupava metà schermo, facendo scorrere il bordo condiviso tra le due sezioni.

Per ulteriori informazioni generiche su Windows 10 puoi consultare la sezione didattica in testo e video “Informazioni di base” partendo dal menù “Start” e cliccando su “Tutte le app”.

Ora un forte saluto e Stay Tuned… Till death do us part! Ciao Goodlier.

Carlo 

Foto di:

Screenshot realizzati da TheGoodly

P.S.= Buona formazione e condivisione Goodlier.

Puoi scegliere di seguire il percorso anche su:

Print Friendly

GUIDA AL COMPUTER – LEZIONE 172 DI ∞

Windows 10 –

Tornare ad una versione precedente di Windows

Bentornato Goodlier, bentornata.

In questa lezione ti spiego come fare il gambero. No, non è una lezione culinaria, ma la battutaccia serve a farti comprendere al volo cosa spiegherò.

Supponiamo che tu abbia installato Windows 10 ma proprio non ti relazioni con questo sistema operativo.

Hai la possibilità di tornare alla precedente edizione di Windows 7 o 8.1, entro un mese da quando hai eseguito l’aggiornamento, con dei semplici clic e senza perdere i tuoi dati.

Premesso che tu abbia un sistema operativo genuino ed attivato.

stato attivazione windows

Infatti se esegui l’aggiornamento mantenendo i file necessari (ossia non eseguendo l’aggiornamento come installazione pulita), Windows 10 manterrà per un mese la copia della vecchia installazione per consentirti di tornare al vecchio sistema operativo con facilità.

Passato il mese o se hai eseguito l’aggiornamento a 10 senza mantenere nulla, come fosse un’installazione pulita, potrai tornare alla versione precedente o attingendo alla partizione di ripristino creata da te o dal costruttore oppure utilizzando il DVD o la pendrive d’installazione e reinserendo il product key in tuo possesso.

Prima di iniziare comunque ricordati che sarà inevitabile passare a questo nuovo O.S.

Inoltre esegui, per scrupolo, una copia di backup dei tuoi dati vitali.

Come si esegue?

Una serie di clic di porterà ad avviare il processo automaticamente a cui tu dovrai solo porre attenzione che tutto fili liscio.

Recati sul pulsante “Start” e clicca col tasto sinistro del mouse.

Individua la sezione “Impostazioni” e cliccaci sopra.

pulsante impostazioni windows

Ora, nella nuova schermata clicca sul pulsante “Aggiornamento e sicurezza”.

pulsante aggiornamento sicurezza

Nella sezione che si presenta trovi una lista di sottosezioni sulla sinistra tra cui “Ripristino”; cliccaci sopra.

pulsante ripristino

Nel bel mezzo della sezione troverai vari pulsanti tra cui “Torna a Windows 8.1” oppure 7 naturalmente e subito sotto il pulsante “Per iniziare”.

Clicca su quest’ultimo.

Inizieranno i preparativi.

preparativi in corso

Prima dell’avvio del ripristino la Microsoft ti somministrerà un sondaggio sui motivi che ti stanno spingendo a tornare ad una versione precedente.

Fornisci un feedback con un segno di spunta e trascrivi eventualmente un messaggio.

Poi clicca su “Avanti”.

perchè stai tornando indietro?

Nella schermata successiva ti verrà chiesto se eseguire una ricerca di disponibilità di aggiornamenti per il sistema operativo.

verifica aggiornamenti

Puoi rispondere anche di no.

Ti verranno mostrate alcune note da sapere e dopo averle lette clicca su “Avanti” un paio di volte.

cosa devi sapere

Infine cliccando su “Torna a Windows 8.1” o 7 si avvierà il downgrade.

prova windows 10

Il sistema si riavvierà e procederà al ripristino della versione precedente.

Alcune schermate ti notificheranno del tentativo di ripristino, e l’esecuzione dello stesso, della versione precedente di Windows.

Segui impassibile 😉

ripristino versione precedente windows

Nel giro di qualche decina di minuti avrai di nuovo il desktop del vecchio sistema operativo.

Dalla sezione “Sistema” del pannello di controllo, assicurati che il O.S. sia attivato.

Una chicca

Per mantenere per un tempo indefinito i file che ti consentono di tornare alla versione precedente, evitando la loro cancellazione automatica, devi rinominare 3 elementi.

  1. C:\Windows.old
  2. C:\$Windows.~WS
  3. C:\$Windows.~BT

Sono cartelle nascoste, per cui dovrai portarle in visione attivando l’opzione per visualizzare cartelle, file e unità nascoste nella sezione “Visualizzazione” di “Opzione esplora file”.

Puoi scegliere un qualsiasi nome o alterare semplicemente le estensioni magari aggiungendo una lettera o numero.

Un qualsiasi giorno che deciderai di ripristinare il sistema operativo alla versione precedente rinominale come in origine e troverai il pulsante per riavviare la procedura come spiegato.

Ora un forte saluto e Stay Tuned… Till death do us part! Ciao Goodlier.

Carlo 

Foto di:

Screenshot realizzati da TheGoodly

P.S.= Buona formazione e condivisione Goodlier.

Puoi scegliere di seguire il percorso anche su:

Print Friendly